Paura messa da parte nel settore crypto, almeno per il momento

Dopo la settimana appena trascorsa con circa il meno 5% per Btc e il meno 6% per Eth, la settimana appena iniziata sembrava proseguire sulla falsariga di quella precedente con minimi per Btc in zona €35.900, ma un recupero iniziato nel pomeriggio ha permesso di rivedere zona €38.000 con un gain dai minimi del 6%. La paura sembra sia stata messa da parte, almeno per il momento. 

Anche se le news dalla finanza tradizionale lasciano prodromi di ciò che potrebbe succedere e cioè della possibilità di innalzare i tassi di interesse addirittura di 75 punti base. Ipotesi che però sembra di difficile percorribilità, ma la situazione sembra fuori portata e necessita di interventi evidenti. 

Negli Usa conferme di apertura da parte di Blackrock attraverso il suo CEO Larry Fink, che ha ammesso che il gruppo sta studiando gli “asset digitali”, i quali sarebbero sempre più richiesti dai propri clienti. Dopo le esternazioni di un mese fa che ritenevano che Btc avesse manifestato i propri vantaggi in maniera evidente nel corso del conflitto Russia- Ucraina, adesso un’ulteriore mossa da parte del primo gestore di patrimoni su scala mondiale, in grado di spostare oltre che capitali anche opinioni. 

Dalla Russia  buone news per BTC con  Il ministero delle Finanze di Mosca a imporre le sue idee a scapito della Banca Centrale che vorrebbe il BAN. 

Diventeranno legali i pagamenti in cripto, senza l’obbligo di accettarli da parte delle imprese, ma saranno previsti dei confini legali entro cui potersi muovere per Exchange, cittadini e miner. Interessante quanto previsto per gli exchange che dovranno avere un capitale sociale di almeno 30 milioni di rubli (al cambio attuale circa 3,3 milioni di euro) e in aggiunta sono state previste regole molto severe per la normativa antiriciclaggio (AML) e quella che punta all’identificazione del cliente (KYC). E poi, simile a quanto recentemente accadrà nel nostro Paese, viene richiesta una presenza , ovvero una filiale che sia incorporata secondo le leggi di Mosca. Per i miner è prevista una  registrazione in apposito albo con  una serie di obblighi legali a corollario. 

Per ciò che riguarda ethereum, il tanto atteso “merge” non si farà a breve ma sembra che bisognerà aspettare l’autunno, con i mercati che non hanno subito pregiudizio dal rinvio e questo potrebbe essere importante per quando davvero si procederà al merge che potrebbe determinare  una crescita importante. 

Sta per arrivare la vittoria per Ripple nell’ormai lunga controversia legale nei confronti della Sec, la quale potrebbe rappresentare un’ulteriore apertura nella finanza tradizionale e delle Autorità deputate al controllo.

Sotto il profilo tecnico Btc lotta per superare la media mobile a 50 periodi situata in zona €38.500 mentre Eth punta a quella a 200 situata in zona €3.100 dopo aver oltrepassato quella a 50. In realtà le ultime candele pesantemente orientate al ribasso necessiterebbero di un movimento “forte” al rialzo per essere sovvertite.

-Mauro Masoni, analista finanziario The Rock Trading.


Nessuna informazione, analisi o altro materiale in questo articolo costituisce una sollecitazione a vendere o ad acquistare prodotti finanziari e/o strumenti finanziari, né tantomeno costituisce una forma di consulenza in materia di investimenti, tanto meno idonea a fornire le basi per una qualsivoglia decisione di investimento. L’investimento in criptovalute è ad alto rischio.