Parte la settimana e Bitcoin si avvicina a 50 mila

La settimana positiva del settore crypto appena trascorsa ha visto un rallentamento domenica nella giornata che nell’ultimo periodo vedeva tendenzialmente candele verdi.

La più frenata è risultata Ethereum che ha lasciato sul terreno oltre il 4%, arretrando al di sotto di zona €3.000 e chiudendo la settimana piatta, ma il lunedi appena iniziato lascia presagire una bella settimana per i mercati delle valute digitali con salite davvero corpose di Btc con un più 3% e Eth e Litecon vicine al più 5%. 

In El Salvador il Presidente Bukele evidenzia nei suoi tweet il guadagno di BTC che in qualche modo ha regalato un rendimento di circa il 40% nell’ultimo mese ai suoi fruitori e risponde al creatore di Eth Vitalik Buterin che lo ha fortemente criticato per aver obbligato un qualcosa che dovrebbe essere libero e ha posto ulteriori riserve sulla decisione di Bukele perchè manca una formazione adeguata ai cittadini circa le monete digitali che possono prestare il fianco a truffe o hack.

Ma JPMorgan in un recente report, ha ammesso che gli investitori istituzionali preferiscono, in questo momento, Bitcoin all’oro, che è l’investimento classico nelle presenti condizioni di mercato. E sempre dalla finanza tradizionale, secondo quanto ha affermato il CEO di US Global Investor Frank Holmes, Ethereum sarà la seconda criptovaluta ad esplodere verso livelli di marketcap fuori dal comune, anche per un settore forte come quello delle criptovalute. La crescita dovrebbe essere assimilabile al comportamento dell’oro e dell’argento con la prima che se sale del 20%, vede la seconda seguire del 30%. Secondo Holmes, Eth sta a Bitcoin come l’argento sta all’oro.

E quindi, mutuando le sue parole, considerando che settimana scorsa Bitcoin è cresciuto del 14% mentre Eth è rimasto piatto, a breve dovremmo avere l’esplosione di Eth.

-Mauro Masoni, analista finanziario The Rock Trading.


Nessuna informazione, analisi o altro materiale in questo articolo costituisce una sollecitazione a vendere o ad acquistare prodotti finanziari e/o strumenti finanziari, né tantomeno costituisce una forma di consulenza in materia di investimenti, tanto meno idonea a fornire le basi per una qualsivoglia decisione di investimento. L’investimento in criptovalute è ad alto rischio.