Movimenti forti dopo il triangolo ribassista

C’era un’evidente contrazione di volatilità che si palesava nei giorni passati in bitcoin e nelle altre monete digitali ed era prossimo il movimento di una certa valenza.

Il triangolo come evidenziato nei grafici era un tratto saliente da considerare.
Nell’ambito dell’analisi tecnica i prezzi nella loro evoluzione, hanno escursioni via via meno accentuate fino a che poi esplodono in un movimento violento.

Si tratta, cioè, di una figura che è espressione di una compressione di volatilità sempre più evidente. Per questo possiamo affermare che il triangolo anticipa spesso una esplosione di volatilità con forti movimenti di tendenza.

La giornata di lunedì ha vissuto un incedere lento per la quasi totalità per poi in serata accelerare al ribasso con performance negative per tutto il comparto di circa il 5%.

Ma al momento il trend al rialzo non è intaccato, infatti, secondo recenti notizie, le grandi “whale” di Bitcoin continuano ad accumulare, come indicato da oltre 35.000 BTC che negli ultimi 30 giorni hanno lasciato gli exchange.

Inoltre, i deflussi più recenti hanno spinto le riserve di BTC sugli exchange ai livelli più bassi da inizio marzo, prima che BTC toccasse i nuovi massimi storici oltre i 50.000 nei confronti di euro.

-Mauro Masoni, analista finanziario The Rock Trading.


Nessuna informazione, analisi o altro materiale in questo articolo costituisce una sollecitazione a vendere o ad acquistare prodotti finanziari e/o strumenti finanziari, né tantomeno costituisce una forma di consulenza in materia di investimenti, tanto meno idonea a fornire le basi per una qualsivoglia decisione di investimento. L’investimento in criptovalute è ad alto rischio.