Dove sta la volatilità – Analisi della settimana di trading 5 -11 luglio 2021

L’analisi della settimana di trading appena trascorsa (5 -11 luglio) per comprendere e intercettare i possibili movimenti futuri di bitcoin e le principali criptovalute.

Ti sei perso l’analisi della settimana precedente? Clicca qui per leggerla.

Bitcoin ha vissuto una settimana parzialmente negativa che lo ha visto consumare una perdita non troppo importante, ben consapevoli che per la volatilità del settore, una percentuale di circa il 4% corrisponde a davvero poco. Siamo praticamente dove eravamo settimana scorsa con in più da sottolineare una marcata riduzione della volatilità, davvero palese negli ultimi giorni. A livello di notizie macro atte a spiegare i movimenti del mercato, continuano gli investimenti degli istituzionali nel Grayscale Bitcoin Trust che resta uno dei veicoli finanziari da poter utilizzare da parte loro per caratteristiche acclarate e che ha visto dopo Morgan Stanley, anche Capital International e Ark Investment investire in questo trust che mostra quanto stia crescendo l’importanza di Bitcoin tra gli istituzionali.

Sotto il profilo Il CCI settato a 14 periodi segna movimenti coerenti con i prezzi, evidenziando una convergenza che, al momento, conferma che il movimento ribassista in atto potrebbe continuare. Al rialzo necessario superare zona €34.000. Al ribasso deve tenere zona €25.000.

Ethereum ha vissuto una settimana parzialmente negativa con una discesa di circa l’8% che ha visto la caduta di giovedì a farla da padrone a livello di percentuale essendo praticamente la stessa della performance settimanale. Rispetto a settimana scorsa dove Eth ha trainato positivamente il settore, questa settimana è stata la quarta negativa nelle ultime cinque e questo non depone a favore del settore che rimane in sofferenza da qualche mese. Tra le notizie che vanno evidenziate, molto interessante quanto asserito da Goldman Sachs che prevede un sorpasso di Ethereum a scapito di Bitcoin – per un’analisi che sarà destinata a far discutere tutto il mondo dei cripto-enthusiast ma che proviene da chi ha il pallino per il mondo della blockchain e continua a diffondere note molto incoraggianti per i propri associati.

Sotto il profilo tecnico il Sar Parabolic si è girato al ribasso stazionando al di sopra dei prezzi e il Macd si è appiattito ma sembra guardare anch’esso al ribasso.

Al rialzo bisogna con forza proiettarsi al di sopra di €2.050; al ribasso la tenuta dei minimi a €1.441 è decisiva per mantenere certe prospettive. 

Bitcoin Cash ha avuto un andamento contraddistinto da scarsa volatilità con una performance negativa di circa il 5% segnando un periodo negativo contraddistinto da una sola settimana positiva nelle ultime sei

Saldamente dodicesima nella capitalizzazione delle crypto, sembra che il 2021 sarà l’anno di consacrazione di questa moneta digitale, infatti i prezzi a fine 2020 erano a €281 e adesso sono circa il 50% più alti.

Nella salita il primo ostacolo è rappresentato dalla media mobile a 200 periodi situata a €523 che va superata con forza con l’obiettivo di averla sempre al di sotto dei prezzi. L’Adx è su valori nettamente al di sotto di 25 che evidenzia un trend per cui, siamo in un non trend.

Litecoin ha mantenuto davvero bassa la volatilità questa settimana con un range del 12% con minimi in zona €107 e con massimi in zona €122. La performance è stata negativa del 7% ma questa moneta digitale rimane nevralgica per la nicchia dei servizi di pagamento veloci e, le prospettive rimangono positive perchè il fondo Grayscale sta continuando ad accumulare Litecoin e ciò potrebbe comportare l’aumento dei prezzi e il miglioramento delle prospettive.  C’è coerenza tra il movimento dei prezzi e l’indicatore Rsi e superare zona €170 sarebbe notevole per riprendere la salita mentre al ribasso monitorare zona €90.

Z Cash è venuta meno in questa settimana ai movimenti importanti che ne hanno contraddistinto il cammino con un range risicato di circa il 12%. La discesa notevole della volatilità è evidenziata dal comportamento delle bande di Bollinger che sono piatte e parallele con un’ampiezza a 0.26 che denota scarsezza e che è prossima a determinare un movimento importante. A livello di prezzi al rialzo €150 e al ribasso €75 sono valori da considerare come fondamentali.

-Mauro Masoni, analista finanziario The Rock Trading.


Nessuna informazione, analisi o altro materiale in questo articolo costituisce una sollecitazione a vendere o ad acquistare prodotti finanziari e/o strumenti finanziari, né tantomeno costituisce una forma di consulenza in materia di investimenti, tanto meno idonea a fornire le basi per una qualsivoglia decisione di investimento. L’investimento in criptovalute è ad alto rischio.