Dove sta la volatilità – Analisi della settimana di trading 31 maggio-6 giugno

L’analisi della settimana di trading appena trascorsa (31 maggio-6 giugno) per comprendere e intercettare i possibili movimenti futuri di bitcoin e le principali criptovalute.

Ti sei perso l’analisi della settimana precedente? Clicca qui per leggerla.

Bitcoin ha vissuto una settimana parzialmente positiva, quasi del tutto recuperata nel finale con i minimi nei confronti di euro in zona €28.190

C’era un triangolo che indicava una compressione di volatilità (visibile sul grafico) e montava l’attesa circa il lato della rottura da cui poteva derivare un movimento importante delle quotazioni. Al momento, il saliscendi delle quotazioni ha fatto si che la rottura verso l’alto fosse immediatamente recuperata e quindi siamo ancora in attesa di una rottura forte da un lato o dall’altro. La settimana ha visto la mancanza degli acquisti spot e quindi scarsi i presupposti per innescare una nuova salita. Non poteva mancare poi l’intervento di Elon Musk a nobilitare il tutto, ma seppur decisivi nell’immediato a livello di risposta dei prezzi, esplicano i loro effetti su un orizzonte sempre più breve, tanto che verrà il tempo in cui i suoi interventi saranno ininfluenti. Per contro, nel week end la notizia proveniente dallo stato di El Salvador potrebbe avere effetti dirompenti sul comparto, con la proposta di legge da parte del suo Presidente che vorrebbe rendere BTC valuta a corso legale nel suo Paese. 

Seppur parliamo di uno Stato piccolo non possiamo sottovalutarne la portata e le conseguenze, immaginiamo positive, che potrebbero scaturirne.

A Miami si è svolta  la Bitcoin 2021 Convention, ovvero la più grande conferenza di sempre mai organizzata nel settore crypto con circa 50.000 presenze con la partecipazione tra gli altri di Jack Dorsey, Michael Saylor, Anthony Pompliano, Tim Draper, Mike Novogratz, Brock Pierce, Saifedean Ammous, Chris Giancarlo, Floyd Mayweather Jr.

A livello tecnico c’è coerenza tra prezzi e l’indicatore RSI settato a 14 periodi, come bisogna evidenziare che il Sar Parabolic è girato al rialzo da un po di giorni. Nella realtà per il cambio di scenario con l’avvento di un trend al rialzo, bisogna superare il range della candela del 19 maggio la cui rottura dei massimi a €35.625 rappresenta la base per una ripresa dei prezzi.

Ethereum ha vissuto una settimana positiva con una performance di circa il 13% ma che poteva vedere un guadagno più fragoroso visto che il massimo segnato a €2.380 è stato recuperato con la chiusura delle quotazioni in zona €2.200 

La notizia da evidenziare è che Eth è ormai ad un passo da superare stabilmente Bitcoin per volumi di scambio, nonostante la metà in termini di capitalizzazione rispetto a BTC. L’interesse rispetto a questa moneta risulta crescente da parte sia degli investitori retail che da parte degli istituzionali, solleticati anche dai guadagni prodotti da inizio anno, attestati ad oggi intorno al 400%.

C’è da aggiungere che il cambiamento di protocollo con il passaggio al Proof of Stake ridurrebbe massivamente il problema ambientale, restituendo ad Eth il primato nel suo comparto. A livello tecnico il Macd si è da poco girato al rialzo che ha necessità per un ritorno ai vecchi fasti del superamento di zona €2.800 da cui è partita la forte discesa.

Bitcoin Cash ha avuto un andamento contraddistinto dalla forte riduzione della volatilità con la formazione di un trading range i cui estremi sono zona €665 e zona €505 con una leggera salita settimanale del 2% e un range di movimento del 13% 

Al momento non è presumibile verso quale lato si verificherà la rottura ma il trend al ribasso ha bisogno di qualcosa di “forte” per essere cambiato e, in tal senso, sarebbe necessario un ritorno verso zona €700.

Saldamente posizionata al 12° posto tra le crypto più capitalizzate, la salita lo porterebbe a superare ICP distante davvero poco.

Supertrend in posizione ribassista dal 19 maggio.

Litecoin ha ridotto la volatilità rispetto al periodo precedente ed ha sviluppato movimenti di bassa entità questa settimana con un range del 19% con minimi in zona €135 e massimi in zona €161 che hanno formato un trading range in cui i prezzi hanno ballato senza romperne i confini. La performance è stata positiva del 3% ma ci troviamo ancora in un trend al ribasso che necessita di un ritorno verso prezzi di €200 per poter parlare di cambiamento del trend. Litecoin rimane al 14° posto delle criptovalute maggiormente capitalizzate. Sintonia tra i prezzi e l’indicatore CCI settato a 20 periodi.

Z Cash ha ridotto drasticamente la volatilità evidenziando una sorta di non movimento come mostrano le bande di Bollinger che si stanno chiudendo dopo le “sparate” del periodo precedente che le divaricavano. L’ampiezza delle Bande è su livelli minimi per cui a breve è attesa un’esplosione di volatilità di cui non si conosce la direzione. 

Monitorare zona €160 al rialzo e €78 al ribasso.

-Mauro Masoni, analista finanziario The Rock Trading.


Nessuna informazione, analisi o altro materiale in questo articolo costituisce una sollecitazione a vendere o ad acquistare prodotti finanziari e/o strumenti finanziari, né tantomeno costituisce una forma di consulenza in materia di investimenti, tanto meno idonea a fornire le basi per una qualsivoglia decisione di investimento. L’investimento in criptovalute è ad alto rischio.