Dove sta la volatilità – Analisi della settimana di trading 14-20 giugno

L’analisi della settimana di trading appena trascorsa (14-20 giugno) per comprendere e intercettare i possibili movimenti futuri di bitcoin e le principali criptovalute.

Ti sei perso l’analisi della settimana precedente? Clicca qui per leggerla.

Bitcoin ha vissuto una settimana negativa iniziata in tono differente. Fine settimana scorsa la candela di domenica con un più 10% aveva innervato il settore, ma è iniziato un calo che ha portato a minimi a €28.394 con una performance alla fine pari a zero grazie al recupero iniziato domenica sera.

A livello di notizie che potrebbero rappresentare un impulso, la notizia che le Whales di bitcoin hanno accumulato 90 mila unità negli ultimi 25 giorni che adesso sommano oltre 9 milioni di BTC per circa il 49% della capitalizzazione.

Per contro, Microstrategy, società che vede nel suo ceo la sua anima, ha raccolto 1 miliardo in azioni e vedrà questa somma destinata all’acquisto di bitcoin andando ad arricchire la già imponente dotazione di bitcoin della società (Nel suo portafoglio ha circa 92.000 BTC. Al prezzo attuale corrispondono a 3,6 miliardi di dollari).

Qualche scossone sui prezzi è stato dovuto anche dalla smobilizzazione di 34.630 bitcoin da parte di Grayscale che saranno immessi sul mercato tra il In realtà già tra il 19 ed il 22 giugno. Questo fondo talvolta sblocca parte dei BTC che ha in custodia, ed è possibile sapere in anticipo quando avverranno questi sblocchi. 

Il CCI settato a 14 periodi segna movimenti coerenti con i prezzi, evidenziando una convergenza che, al momento, conferma che il movimento in essere.

Ethereum ha vissuto una settimana negativa con una performance di circa l’8% che ha visto un’accelerazione negli ultimi giorni e un range che ha palesato un movimento del 20%. 

Notizia importante è che il London Upgrade, attesissimo da chiunque operi nell’universo di Ethereum, è pronto per essere implementato sulle testnet del protocollo. 

Questo sarà un passaggio intermedio per arrivare alla  fine dell’anno con Ethereum che dovrà abbandonare PoW – il sistema di validazione che lo lega tecnicamente a bitcoin, per passare a PoS, che dovrebbe rendere il network enormemente più scalabile, agendo al contempo anche sul costo di transazione.

Il Sar Parabolic è girato al ribasso stazionando al di sopra dei prezzi e il MACD risulta piatto a testimonianza sia della mancanza di un vero trend e poi dell’assotigliamento della volatilità. I livelli da monitorare sono da un lato €1.700 e dall’altro €2.400.

Bitcoin Cash ha chiuso la terza settimana di seguito in negativo con una performance del 6% incastonata in un range del 17%. I minimi a €386 non sembrano distanti e questa criptovaluta sta soffrendo molto nell’ultimi periodo e se non ci sarà qualche segnale contrario è destinata a toccarlo a stretto giro di posta. Aver superato al ribasso zona €450 da cui derivava un recupero e arrivare fino a €440, fa comprendere che forse ha ceduto il primo baluardo della discesa.

L’Adx in zona 20 però sembra però non dare credito al trend al ribasso in quanto è valore sotto 25 che segna, invece, un trend forte in essere.

Litecoin ha ridotto la volatilità rispetto al periodo precedente ed ha sviluppato movimenti di bassa entità questa settimana con un range del 18% con minimi in zona €122 e massimi in zona €150. La performance è stata negativa del 7% e ci si è avvicinati ai minimi di €118 segnati settimana scorsa. Al momento si è creato un trading range che vede in alto i prezzi a €161 e in basso i prezzi a €118. LA rottura di una di queste due zone potrebbe determinare un movimento “intenso”. C’è coerenza tra il movimento dei prezzi e l’indicatore Rsi per cui il trend al ribasso in atto risulta confermato.

Z Cash vive una riduzione della volatilità con i prezzi compresi tra due livelli di prezzo: al rialzo zona €150 e al ribasso zona €100 sono i frangiflutti da superare. Va da sè che questi livelli di prezzo si sono formati dopo il trend al ribasso che ha caratterizzato il settore. I prezzi sono al di sotto delle medie mobili a 200 e 100 periodi situate rispettivamente in zona €120 e €160 per cui per sovvertire la situazione bisogna superare con decisione queste due zone.

-Mauro Masoni, analista finanziario The Rock Trading.


Nessuna informazione, analisi o altro materiale in questo articolo costituisce una sollecitazione a vendere o ad acquistare prodotti finanziari e/o strumenti finanziari, né tantomeno costituisce una forma di consulenza in materia di investimenti, tanto meno idonea a fornire le basi per una qualsivoglia decisione di investimento. L’investimento in criptovalute è ad alto rischio.