Brusco ritracciamento per il settore crypto

Disattendendo quello che usualmente sta accadendo negli ultimi mesi quando il primo giorno della settimana regala una sorta di intonazione della direzione che viene seguita per il comparto crypto, questa settimana a fronte di una partenza positiva ha fatto seguito una rapida inversione di trend con discese spesso a due cifre delle più importanti crypto. Bitcoin ieri ha lasciato sul terreno il 12% ed oggi è arrivato a superare il minimo precedente a 39.155 arrivando a 39.050€.

Ethereum dopo aver toccato il suo nuovo ATH a €3.612 ha iniziato una discesa che lo ha portato oggi a toccare il minimo a €3.000.

Tra i motivi della discesa sembra che la dichiarazione di Elon Musk circa le preoccupazioni dell’azienda in merito al “rapido incremento nell’uso di combustibili fossili, in particolare carbone, per il mining e le transazioni di Bitcoin.” possano avere la responsabilità maggiore, tanto che addirittura Tesla ha sospeso la possibilità di acquistare i suoi veicoli utilizzando BTC. L’azienda non ha escluso la possibilità di accettare nuovamente BTC in futuro, “non appena il mining passerà a fonti di energia più sostenibili.

Cadono anche Bitcoin Cash di oltre il 20% dal nuovo Ath di ieri a €1.334 ai minimi di €981 di oggi (adesso è tornato sopra i €1.000); Litecoin cade dal record storico di €339 fino ad arrivare in zona €250.

-Mauro Masoni, analista finanziario The Rock Trading.


Nessuna informazione, analisi o altro materiale in questo articolo costituisce una sollecitazione a vendere o ad acquistare prodotti finanziari e/o strumenti finanziari, né tantomeno costituisce una forma di consulenza in materia di investimenti, tanto meno idonea a fornire le basi per una qualsivoglia decisione di investimento. L’investimento in criptovalute è ad alto rischio.