In ripresa i mercati crypto e un altro Paese sceglie BTC come valuta legale

Dopo un infausto martedì per i mercati crypto con perdite di oltre cinque punti percentuali, gli ultimi due giorni vedono un recupero che non ha riportato ancora i prezzi ai valori della chiusura di lunedì ma di certo rappresenta un buon segnale. 

La ripresa dei mercati tradizionali si è riverberata anche nel mercato delle crypto che vivono giorni davvero di grande fermento per un’adozione sempre più su larga scala. E infatti, dopo notizie che si alternavano nella veridicità arriva l’ufficialità di un nuovo Paese che adotta Bitcoin come moneta legale e parliamo di uno Stato piccolo e indubbiamente molto povero come la  Repubblica Centrafricana, 180° paese al mondo per reddito pro capite, la cui valuta è l’ex Franco Coloniale, una moneta in cambio fisso con l’Euro e la cui convertibilità è garantita dalla Banca Centrale della Francia. 

Aggiungiamo che il Paese non è dotato di banca centrale ma la condivide con altri paesi con la sede centrale che è nella capitale del Camerun. 

Non si pensava al coso forzoso in quanto tra le notizie diffuse in prima istanza si parlava di costruzione di infrastruttura  che avrebbe permesso al paese di utilizzare le cripto all’interno di confini legali certi. Invece ieri quasi sorprendentemente un documento firmato dal governo della Repubblica ha parlato di valuta avente corso legale, dissipando vari dubbi (qualcuno in realtà rimane…). 

Non crediamo che il Paese abbia una cultura crypto simile al primo Paese che ha intrapreso questo cammino (El Salvador) e non crediamo abbia un wallet autonomo, però al netto delle perplessità, rimane un’ottima notizia per Bitcoin.

Spostandoci negli Usa, a dicembre il CEO di BlackRock aveva fatto dichiarazioni di grande apertura rispetto alle valute digitali, corroborate dall’utilità palesata da Btc durante il conflitto per entrambe le contendenti e aveva presentato la richiesta per la presentazione di un nuovo prodotto alla SEC che è stato recentemente autorizzato ed i clienti possono ora scambiare monete digitali senza per forza avere un’esposizione diretta in criptovalute. 

Sempre dagli Stati Uniti, Fidelity, gestore di fondi porta nel Paese l’iniziativa che è stata sperimentata da poco in Australia:  permette cioè di introdurre Bitcoin nei 401(k), ovvero nei fondi pensione e di previdenza, consentendo ai sottoscrittori di avere una parte del proprio fondo pensione in valuta digitale. 

A livello di prezzi, permane il trend discendente ed Eth si avvicina fortemente alla media mobile a 50 periodi che potrebbe sancire l’auspicato cambio di trend. L’ADX assegna un valore basso di 23 al trend ribassista in corso. Bitcoin deve muovere il 3% per incontrare la media mobile a 50 periodi situata in zona €38.500

Salgono di circa due punti percentuali Cardano, Polkadot e Solana.

-Mauro Masoni, analista finanziario The Rock Trading.


Nessuna informazione, analisi o altro materiale in questo articolo costituisce una sollecitazione a vendere o ad acquistare prodotti finanziari e/o strumenti finanziari, né tantomeno costituisce una forma di consulenza in materia di investimenti, tanto meno idonea a fornire le basi per una qualsivoglia decisione di investimento. L’investimento in criptovalute è ad alto rischi