Dove sta la volatilità – Analisi della settimana di trading 18-24 ottobre 2021

L’analisi della settimana di trading appena trascorsa (18-24 ottobre) per comprendere e intercettare i possibili movimenti futuri di bitcoin e le principali criptovalute.

Ti sei perso l’analisi della settimana precedente? Clicca qui per leggerla.

Bitcoin scende leggermente nella settimana che ha certificato il nuovo record storico fissato nei confronti di euro ora a €57.317 toccato mercoledi 20 ottobre, sorpassando di circa il 5% il precedente di aprile scorso a €54.235. Quasi come un elastico tirato al massimo dell’estensione, la regina crypto ha poi cominciato a scendere, tanto che dall’Ath ha lasciato sul terreno circa il 10%. Settimana importante quindi perché, ufficializza un’adozione sempre maggiore delle crypto e risulta contraddistinta dalla clamorosa e attesa approvazione di tre ETF su BTC da parte della SEC. 

Addirittura sembra che il primo ETF su Bitcoin di ProShares potrebbe avere problemi per gestire l’incredibile richiesta dovuta all’eccessiva popolarità del suo ETF, con il gestore che si è già avvicinato alla quantità massima di contratti che si possono avere un determinato mese al CME di Chicago, circa 2.000, controllandone già 1.900, con soli 100 che sarebbero dunque ancora disponibili. Una situazione che potrebbe portare presto l’ETF a raggiungere il massimo. Ma è possibile che gli investitori possano indirizzarsi sugli altri due Etf recentemente approvati dalla SEC di Valkyrie e VanEck.

Abbiamo parlato nei giorni scorsi di Walmart a proposito di una fake news su Litecoin, mentre è notizia reale quella che vede  Walmart inserire nei prossimi giorni 200 ATM Bitcoin nei suoi negozi. i quali permetteranno di acquistare $BTC contro contanti e che potrebbero vedere, in caso di successo dell’iniziativa, una seconda fase con 8.000 Atm a pieno regime. Certo che la commissione richiesta del 7% potrebbe rappresentare un freno, ma attendiamo i risultati. Fanno poi pensare le attenzioni del Financial Times al settore delle valute digitali attraverso un articolo che ribadisce che gli investitori stanno mollando l’oro ed i metalli preziosi per spostare le loro attenzioni sulle criptovalute, con lo scopo dichiarato di proteggersi dall’inflazione.

Sotto il profilo tecnico, Il Parabolic Sar si è appena girato al ribasso posizionandosi al di sopra dei prezzi e c’è coerenza tra prezzi e indicatore Rsi, che quindi ipotizza  l’inizio di un trend in discesa.

Ethereum corona con il suo record storico nei confronti di euro a €3.746 il trend ascendente degli ultimi periodi. L’Ath è stato toccato nella giornata di giovedi e da li è iniziata una discesa che ha portato Eth più in basso di oltre il 10%. 

A livello di news si prospetta il passaggio alla versione 2.0, che potrebbe arrivare all’inizio del prossimo anno considerando il ritmo che è stato imposto dagli sviluppatori del protocollo. Si utilizzerà una validazione in Proof of Stake abbandonando il PoW. 

Il CEO di Ripple Brad Garlinghouse sostiene che la sua azienda  abbia subito forti ripercussioni a causa del trattamento sfavorevole ricevuto dalla SEC dichiarando che questo sta influenzando il mercato avvantaggiando invece Ethereum. Alla fine di dicembre 2017, XRP deteneva il secondo posto per capitalizzazione di mercato. Attualmente si trova al settimo posto, con Ethereum posizionato nella seconda posizione. 

A livello tecnico l’indicatore Supertrend è girato al rialzo dal 6 ottobre scorso, mentre l’indicatore  CCI vede una divergenza rispetto ai prezzi, infatti al rialzo dei prezzi corrisponde una discesa dell’indicatore: Cambiamento del trend in arrivo?

Bitcoin Cash ha avuto una contrazione della volatilità dopo i movimenti delle settimane precedenti. I prezzi sono completamente inseriti in una sorta di figura tecnica di triangolo, che altro non è che una riduzione del range dei prezzi che preconizza un movimento prossimo più ampio, di cui ovviamente non si conosce la direzione. Se altre crypto questa settimana hanno raggiunto il loro Ath, Bitcoin Cash è molto distante dai €1.334 di maggio. Siamo a €525 e il prossimo target è €676, che rappresenta il recente massimo di settembre.

-Mauro Masoni, analista finanziario The Rock Trading.


Nessuna informazione, analisi o altro materiale in questo articolo costituisce una sollecitazione a vendere o ad acquistare prodotti finanziari e/o strumenti finanziari, né tantomeno costituisce una forma di consulenza in materia di investimenti, tanto meno idonea a fornire le basi per una qualsivoglia decisione di investimento. L’investimento in criptovalute è ad alto rischio.