Dove sta la volatilità – Analisi della settimana di trading 15-21 novembre 2021

L’analisi della settimana di trading appena trascorsa (15-21 novembre) per comprendere e intercettare i possibili movimenti futuri di bitcoin e le principali criptovalute.

Ti sei perso l’analisi della settimana precedente? Clicca qui per leggerla.

Bitcoin ha visto concludere una settimana negativa per il mercato crypto, che ha vissuto momenti di grandissima tensione nella giornata di giovedì parzialmente recuperata dalla crescita successiva dai minimi, la quale ha consentito una ripresa che i prossimi giorni ci diranno se si tratta di una vera e propria ripartenza.

Bitcoin il 19 novembre ha toccato i €49.262 per poi attestarsi al di sopra di zona €50.000 nelle sedute successive. La correzione se da una lato ha provocato la paura del trend al ribasso, dall’altro ha consentito alle “whales” di aumentare la loro dotazione con la fuoriuscita dagli exchange di 23.000 bitcoin con una somma di controvalore di circa 1 miliardo di dollari. 

Altra notizia degna di nota è quella secondo cui  PayPal avvia il programma di pagamenti in Bitcoin e altre crypto e ciò rappresenta un segnale davvero entusiasmante non solo per bitcoin ma per tutto il comparto sia sotto il profilo dei prezzi, ma soprattutto per l’adozione come sistema di pagamento. 

E poi l’ottimo Jack Dorsey il quale qualche settimana fa aveva annunciato la nascita di un protocollo basato su Bitcoin che avrebbe dato il via alla creazione di servizi di finanza decentralizzata alla portata di tutti rilascia il whitepaper.

Sotto il profilo tecnico, la settimana ha visto una discesa di circa l’8% e vede le Bande di Bollinger convergenti, per cui si potrebbe presagire un movimento non impetuoso nei prossimi giorni, corroborato dall’indice di ampiezza delle Bande su valori risibili. L’indicatore RSI coerente con i prezzi.

Ethereum questa settimana ha visto ridimensionare il suo valore di quasi il 17% rispetto ai massimi. Sono partite le vendite nella giornata di martedi che hanno portato poi ai minimi di giovedi a €3.500 che dai massimi della settimana precedente a €4.215 significa che il calo è stato considerevole. Il recupero con il ritorno oltre zona 3.900€ potrebbe lasciare alle spalle il momento nebuloso che vede i sette giorni chiudersi comunque con un meno 6%.

La notizia della settimana per Eth è stata quella che vede anche il TIME nel mondo dei metaverse  grazie ad un nuovo accordo con Galaxy Digital Holdings che lancia una delle testate più importanti del mondo nello spazio dei mondi virtuali su blockchain e di Ethereum. La cosa da evidenziare è che Galaxy ha pagato la partnership proprio in Eth che però non saranno venduti da TIME, ma rimarranno nella cassa del gruppo (Ad aprile era stata avviato partnership cpn Crypto.com per ottenere il pagamento dell’abbonamento in criptovalute).

Il gruppo diventerà così il primo di questa portata ad avere Ethereum a bilancio.

Sotto il profilo tecnico il Supertrend si è appena girato al ribasso mettendosi al di sopra dei prezzi, mentre il CCI vede una coerenza con i prezzi

Bitcoin cash ha vissuto una settimana difficile contraddistinta da notevole volatilità che ha portato un’escursione settimanale di circa il 20% e la performance del sottostante negativa per il 13%. Questa caduta ha provocato la perdita di posizioni a livello di capitalizzazione e scendere al ventiduesimo posto.

Il Macd dopo la candela di martedì si è girato al ribasso.

-Mauro Masoni, analista finanziario The Rock Trading.


Nessuna informazione, analisi o altro materiale in questo articolo costituisce una sollecitazione a vendere o ad acquistare prodotti finanziari e/o strumenti finanziari, né tantomeno costituisce una forma di consulenza in materia di investimenti, tanto meno idonea a fornire le basi per una qualsivoglia decisione di investimento. L’investimento in criptovalute è ad alto rischio.